Yerba Mate Taragüi - Yerba mate, la compagnia ideale per la quarantena
Imparare > Nella Stampa

Yerba mate, la compagnia ideale per la quarantena

La quarantena, misura di prevenzione contro il COVID19, ha cambiato radicalmente lo stile di vita di tutti. La routine quotidiana ora si svolge nel perimetro limitato di casa nostra, sia che si tratti di divertirci che di imparare qualcosa di nuovo. Uno spazio che è diventato anche un home office, dato che qualcuno continua a lavorare da casa. In queste circostanze straordinarie, il mate (da bere da soli) si rivela un alleato perfetto.

L’energia della giungla

La yerba mate fornisce l’energia necessaria per affrontare la nostra quotidianità e il suo contenuto di caffeina agisce su mente e corpo in modo più graduale rispetto ad altre bevande stimolanti come caffè o tè, per esempio. In queste ultime, l’effetto energizzante ha una breve durata e può essere eccessivo, portando anche nervosismo e tachicardia. Inoltre, grazie alla speciale preparazione del mate e all’assunzione a sorsi o in infusione, l’energia viene dosata e dura di più. È la soluzione ideale per rendere viva una mattinata o un pomeriggio a casa durante la quarantena.

Come infatti afferma orgogliosamente Taragüi, il mate ha un potere energizzante. Si tratta di una bevanda naturale al 100% che non contiene zucchero o sostanze chimiche e proviene direttamente dalla pianta yerba mate. Il mate è molto più sano delle bevande energetiche commerciali, poiché il suo effetto energetico proviene dalla natura stessa e non da una reazione artificiale.

Il vantaggio di bere il mate durante la quarantena

La yerba mate presenta numerosissimi benefici nutrizionali, necessari per mantenersi in buona salute durante la quarantena ed essere pronti al 100% ad affrontare il mondo esterno quando sarà possibile uscire. Quali benefici comporta bere il mate?

  • Fornisce moltissimi antiossidanti, vitamine essenziali, minerali e più di dieci tipi di aminoacidi.
  • Potendolo bere ogni giorno, è il compagno ideale per la quarantena
  • È un antidepressivo naturale e ha un effetto positivo sulla salute emotiva. 
  • Migliora le difese naturali dell’organismo.
  • Favorisce la salute cardiovascolare.
  • Aiuta il sistema nervoso centrale durante tutte le attività fisiche o intellettuali.
  • Aiuta il corpo a eliminare le tossine e a purificarsi in modo naturale.
  • È un buon digestivo.

“Che beve il mate non è mai solo”

In Argentina, il 50% di chi beve il mate lo fa da solo almeno una volta al giorno. In questo periodo di isolamento e distanza sociale, il mate può diventare il nostro migliore amico, ci trasmette positività e ci fa compagnia tutto il giorno, specialmente se dobbiamo studiare, lavorare o realizzare dei lavori che richiedono sforzo e attenzione (bere mate aiuta a rimanere concentrati).

Come preparare un infuso di mate perfetto?

  1. Per preparare un mate perfetto e ottenere un infuso spumoso, soddisfacente e dall’ottimo sapore, hai bisogno del giusto kit per il mate con: un buon mate (contenitore concavo con una piccola base a un’ampia bocca), una bombilla, la speciale cannuccia per il mate, e una  yerba mate di alta qualità (controlla l’origine e da dove viene; nel caso della Yerba Mate Taragüi la confezioniamo lì dove viene coltivata) per garantirti sapore, consistenza e aroma perfetti. 
  2. Riempi i 3/4 del mate con la yerba, copri con la mano e agita il mate per mescolare i componenti in modo uniforme. 
  3. Concentra la yerba su un lato del mate e versa sul fondo un poco d’acqua tiepida.
  4. Inserisci la cannuccia dallo stesso lato e lasciala ferma lì facendo pressione contro la parete interna del mate. 
  5. Infine, inizia l’infusione con l’acqua calda (circa 75° C) da versare poco a poco dal lato della bombilla.

Bere il mate durante la quarantena

Bere il mate è una tradizione antica, fortemente radicata nelle culture uruguaiana e argentina, così come il calcio o l’asado. Anche se tradizionalmente in America Latina lo si beve in gruppo condividendo lo stesso mate e la stessa bombilla, ora bisogna trovare un modo nuovo per berlo. Si può ancora bere il mate con la famiglia o i coinquilini, ma ognuno col suo mate, senza condividere né il contenitore né la cannuccia. L’acqua calda, quella la si può ancora condividere! A chi manca condividere il mate in compagnia, lo si può ancora fare online e socializzando a distanza. Quello che più conta è restare in salute!