Nuovo negozio online per spedizioni in tutta Europa

Il mate, protagonista della rivista spagnola Tapas
Imparare > Nella stampa

Il mate, protagonista della rivista spagnola Tapas

Il numero di novembre 2018 della rinomata rivista spagnola Tapas, con una tiratura di 75.00, presentava una lussuosa copertina: l’icona del rock argentino Andrés Calamaro con in mano il mate, il leggendario infuso argentino, una delle 50 bibite più buone al mondo secondo CNN Travel.

La rivista spagnola di respiro internazionale, che ha ricevuto il Premio Nazionale di Gastronomia, ha deciso di intervistare Andrés Calamaro, icona del rock argentino, arrivato in Spagna per presentare il suo ultimo album.

“Perché ad Andrés Calamaro piace tanto il mate?”, ecco il titolo del paragrafo in cui il cantautore argentino svela i misteri dell’infuso argentino dal forte carattere culturale.

“Bisogna usare una buona erba”

Calamaro condivide alcuni segreti a proposito della preparazione del mate e insiste sull’importanza della persona che lo prepara: “La differenza tra un buon mate (con la giusta infusione) e uno scadente è come la differenza tra il bene e il male. Ecco cosa avviene con le cose di qualità. Il rito è dato anche dalla pazienza nella preparazione affinché sia buono”. “Bisogna prepararlo poco a poco, versando acqua tiepida sui fondi dell’erba fino a riempire il recipiente. Poi, con l’acqua calda, si può prendere il primo sorso (acido) e iniziare a servire porgendo sempre la bombilla e senza bagnare tutta l’erba. Il mate ideale ha l’erba secca e la spuma da bere”. Per quanto riguarda la temperatura ideale, sostiene che ci sono diverse teorie. “A me piace molto caldo, a 99 °C”, afferma. Ad ogni modo, Taragüi consiglia una temperatura tra i 70°C e gli 80°C.

La qualità dell’erba è un fattore decisivo e Andrés lo sa: “Bisogna usare dell’erba buona, diversa dalle erbe commerciali. Io uso erbe argentine, anche se mi piace molto il mate uruguaiano”.

I benefici del mate

“Il mate ti sveglia (…) e aiuta l’intestino. È antiossidante, magari diuretico. E molto altro. È un infuso miracoloso. Ha più benefici di quanti ne conosciamo. E poi ci sta sempre bene. Contiene ferro, magnesio, vitamina B6 e caffeina. C’è tutto”, assicura il musicista.

“Il mate amaro è il più diffuso ma lo si può prendere con lo zucchero, aggiungere della menta, della camomilla, del finocchio ed altro, in bustine come quelle del tè o filtrandoli come il caffè”, e in questo caso si parla di mate cocido (cotto) e lo si può servire col latte.

Fedele compagno dell’artista

“Non so da dove venga questo legame”, confessa nell’intervista, “Ad ogni modo, non mi sono obbligato a bere il mate. Continuo a perfezionarmi, scoprendo erbe alternative. Ho iniziato a berlo da adulto, quando ero piccolo non mi diceva nulla e non ho cercato di abituarmici”.

Il giornalista aggiunge che non è strano vedere Calamaro col mate in mano e cita una canzone del suo nuovo album: “Al mattino presto/ c’è con me l’amaro mate… “A colazione ne bevo un litro, e posso digiunare diverse ore bevendo altro mate…un altro litro!”, racconta Calamaro alla rivista, “se viaggio per qualche giorno, porto con me l’erba, il thermos e il recipiente per prepararlo e berlo”.

Fortunatamente per lui, ora è possibile acquistare il mate in molti dei posti in cui viaggia, grazie alla forte internazionalizzazione. “Ci sono comunità che hanno iniziato a berlo e hanno esportato quest’abitudine in altri paesi. E si esportano anche le migliori erbe, quindi è possibile trovarle ovunque”.

Internazionalizzazione

Non solo le celebrità argentine conoscono e si godono i benefici dell’erba mate. Hilary Clinton, Madonna, Obama e calciatori di fama internazionale come Antoine Griezmann si tengono in forza e in salute con questo infuso leggendario. Inoltre, quest’abitudine si è diffusa nei mercati di tutto il mondo ed è molto facile comprare dell’erba mate praticamente ovunque.

Ora è possibile godersi quest’infuso naturale e pieno di benefici non solo in Argentina. – Trova il negozio più vicino cliccando qui. -Acquista online con consegne a domicilio qui se ti trovi in Europa.