Il processo di preparazione di un buon mate prevede una serie di tecniche e trucchi per ottenere il risultato migliore. La sommelier specializzata nel mate, Valeria Trapaga, ci spiega in questa occasione tutto quello che c’è da sapere per preparare un mate come un esperto.

La qualità dell’erba mate

Il primo passo è utilizzare un’erba mate di qualità, dato che ne determina il sapore, la consistenza e l’aroma. Per riconoscere un buon tipo di erba mate possiamo utilizzare i cinque sensi: deve essere di colore verde-giallognolo e bilanciata nella sua composizione (polvere, foglie e piccioli); la consistenza dev’essere secca e al tatto le foglie, se schiacciate, devono produrre un leggero crepitio; l’aroma deve essere fresco e lievemente tostato e, infine, il suo sapore deve avere una punta di amaro.

Un mate ben essiccato

Quando il mate è stato essiccato in modo corretto (ossia predisposto per preparare l’infuso), può assorbire le proprietà dell’erba e rilasciarne i sapori. Per questo, prima di iniziare a preparare l’infuso, è importante verificare il che recipiente sia quello più adatto (deve avere una base stretta e la bocca larga) e sia stato essiccato con attenzione.

Come essiccare il mate? Riempiamo il mate di erba, dopodiché aggiungiamo dell’acqua calda e lo lasciamo riposare per una notte. La mattina dopo, raschiamo le pareti del mate servendoci di un cucchiaio, rimuovendo così il midollo legnoso. Se necessario, ripetiamo questo processo fino a quando il mate non è pulito del tutto, quindi lo lasciamo asciugare al sole.

I passaggi per preparare il mate perfetto

  1. Riempiamo con l’erba ¾ del mate.
  2. Prendiamo in mano il recipiente, ne copriamo col palmo la bocca e lo posizioniamo sottosopra. Agitiamo con energia il mate per assicurarci che tutti gli ingredienti si mescolino, distribuendosi in modo omogeneo.
  3. Lentamente, riportiamo il contenitore alla sua posizione originale, assicurandoci che l’erba sia distribuita con un angolo di 45°, lasciando un buco lungo la parete opposta. In questo buco versiamo un filo d’acqua tiepida (consigliamo una temperatura compresa tra i 70°C e 80°C) per inumidire il fondo.
  4. Introduciamo la bombilla premendo contro la parete interna del mate, cercando di non muoverla una volta posizionata.
  5. Gradualmente, aggiungiamo l’acqua dal lato dove si trova la bombilla.

Et voilà! Il risultato sarà un’infusione schiumosa e ricca, e il buon sapore dell’erba mate durerà molto più a lungo.

È finalmente possibile degustare questa infusione naturale e piena di benefici anche fuori dall’Argentina. – Trova il punto vendita più vicino cliccando qui. – Se ti trovi in Europa, acquista online e ricevi i tuoi ordini cliccando qui.